...



"La filosofia (...) diminuendo il nostro senso di sicurezza nei riguardi delle cose come sono, aumenta grandemente la nostra conoscenza di come possono essere."
B. Russell, I problemi della filosofia, 1912

Occuparsi del sovrasensibile



Il tradizionale compito della metafisica: conoscere il "sovrasensibile".
Dio, mondo e anima: il sovrasensibile secondo Kant, con le tradizionali aree corrispondenti della metafisica moderna, teologia, cosmologia e psicologia.

Ma come possiamo oggi reinterpretare questi "oggetti" tradizionali della metafisica?
Io proverei così:

il senso del tutto (Dio), il tutto (il mondo), l'esperienza che parti del tutto hanno di altre parti del tutto (l'anima).

In termini di problemi:
Ha il tutto un senso?
Come è fatto? (confini e fondamenti)
Come convivere con la consapevolezza che la propria esperienza è limitata, finita? (la morte)

Nessun commento: